Addio a Giuliano Gemma eroe del western all'italiana Addio a Giuliano Gemma eroe del western all'italiana

Publicado el 01/10/2013

L'attore è rimasto coinvolto nello scontro frontale tra due auto

- Nato a Roma il 2 settembre del 1938, aveva trascorso l'infanzia a Reggio Emilia fino al 1944 quando la famiglia è tornata a Roma. Qui, giocando in un prato, resta coinvolto nello scoppio accidentale di un ordigno bellico. Alcune ferite erano rimaste ancora visibili sullo zigomo rendendo così inconfondibile lo sguardo di Ringo, che connoterà il suo genere ideale, lo spaghetti western che lo consacra divo, facendo grandi incassi al botteghino con pellicole, tra cui «Una pistola per Ringo» e «Anche gli angeli mangiano fagioli» (in coppia con Bud Spencer)

STUNT - MAN - La carriera iniziata a diciott'anni lavorando in alcuni film come "Figurazione speciale" o come "Stunt-man". Dopo le prime particine, ottiene ruoli da protagonista in svariati film di diverso genere, dal mitologico alla commedia. .Il primo ruolo, risale al film «Messalina». Cento i film interpretati tra cinema e televisione, dal genere, dal dramma all'avventura ai film di mafia, dal genere cappa e spada ai polizieschi. Fino all'indimenticabile Generale dei Garibaldini nel «Gattopardo» di Luchino Visconti.

CON WOODY ALLEN - Nella seconda parte della sua carriera si specializza in parti drammatiche ed impegnate, sia in film come «Speriamo che sia femmina», sia in fiction come «Butta la luna». Premiato con un David di Donatello, tre Premi De Sica e un Golden Globe, nel 2012 è stato scritturato da Woody Allen per la commedia «To Rome with Love». Aveva appena ricevuto al Terra di Siena Film Festival il premio alla carriera come protagonista di «Deserto dei tartari»

Corriere della Sera