XX Settimana della Lingua Italiana nel mondo! encuentro virtual con el "pequeño gran artista "Gaetano La Rosa

Publicado el 21/10/2020

L'Italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti

La lengua italiana nos atraviesa desde el primer momento; nuestros estudiantes conviven con ella y con todo lo que significa, en la cotidianidad de su paso por el Colegio. Por estos días, se vive una fiesta: la XX Settimana della Lingua Italiana nel mondo, cuyo eje central es L'Italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti.
 
El Departamento de Italiano ha pensado y organizado diferentes actividades, una de las cuales nos invitará a vivir un momento muy cálido y motivador. Los estudiantes 1°, 2° y 5° años junto a sus docentes de los espacios curriculares que se desarrollan en Italiano, compartirán un encuentro virtual con el "pequeño gran artista" Gaetano La Rosa quien estará en el encuentro acompañado de su mamá y de su profesora de Italiano. Gaetano es un adolescente siciliano y será también una oportunidad para escuchar un madrelingua.
 
Lo conosciamo??
 
Gaetano ha tredici anni, una passione innata per il disegno, ama i grandi monumenti del mondo e dedica gran parte del suo tempo a studiare e riflettere sulle questioni climatiche del pianeta Terra. E soprattutto, vivendo a Milazzo, in Sicilia, adora il mare. Gaetano La Rosa ha solo tredici anni ma è già un artista.
Restare seduti a parlare con lui è piacevolissimo. Gaetano parla lentamente, riflette spesso su quello che dice, ritorna sui concetti perché vuole spiegarli bene. « Io – dice – voglio raccontare il mondo attraverso il disegno, voglio far conoscere i monumenti più belli del mondo».
 
Traccia la storia della sua passione per l’arte senza mai dimenticare di mostrare un suo capolavoro. Centinai di fogli che ormai da anni hanno invaso casa sua e l’ufficio della mamma Antonia Teatino. «La Tour Eiffel e il Duomo di Milano - spiega Gaetano - sono i miei monumenti preferiti». Quelli che lui raffigura sempre nei suoi disegni. Una linea fatta anche solo con una penna bic o una matita che parte dal basso, e tratteggio dopo tratteggio, dà vita a delle vere e proprie opere d’arte». Vuole trasformare il brutto in bello. Infatti la sua arte è finita su un’opera pubblica. Il brutto di un semplice palo che è diventato bello. L’estate scorsa Gaetano ha realizzato i suoi primi lavori di arte pubblica sui lampioni del centro storico di Cannistrà, borgo collinare di Barcellona Pozzo di Gotto.
 
Nel suo curriculum c’è già un libro “Storie di un Pezzettino di Ferro” scritto a quattro mani con mamma Antonia in cui raccontano a parole e disegni l’amore a ogni età per l’architettura.
Da qualche anno Gaetano ha cambiato tecnica. Oltre la matita usa la penna 3D. «La sua - racconta la mamma – è veramente una passione innata. Fin da piccolissimo disegnava dappertutto. Sui pali, sui fogli che trovava in giro per casa, sui giornali. Basta dargli in mano una penna o una matita e lui rimane fermo per ore dando sfogo alla sua creatività».
 
En las imágenes observamos parte de la organización previa del evento del viernes. Gaetano, su mamá Antonia, la prof. Patricia Pollo Coordinadora de Italiano de Nivel Medio y también a quien facilitó el contacto.
Los estudiantes ya se están preparando para el encuentro junto a sus docentes realizando las actividades previas.
 
Ti aspettiamo, Gaetano!