83º Congresso Internazionale della Società Dante Alighieri, a Buenos Aires

Publicado el 22/03/2019

LA DANTE DI BUENOS AIRES, COMITATO CENTENARIO, FARO DELLA CULTURA ITALIANA AL PLATA

L’Associazione Dante Alighieri di Buenos Aires, che ha l’onore di ospitare l’83º Congresso Internazionale della Società Dante Alighieri, opera in un Paese fortemente permeato dalla cultura italiana, per via dell’emigrazione di milioni di italiani in Argentina, i quali lungo i duecento anni di storia di questo Paese, hanno contribuito in modo determinante al suo sviluppo. Fu fondata nel 1896 da un gruppo di quegli emigrati italiani che, condividendo l’iniziativa lanciata da Giosuè Carducci a Roma nel 1889, si impegnarono nella diffusione di lingua e cultura italiane. Da allora la Dante di Buenos Aires ha mantenuto la fedeltà a quella missione, organizzando corsi di lingua e cultura nelle sue quattro sedi, tenuti da una settantina di docenti altamente qualificati, offrendo la sua Biblioteca, probabilmente la più ricca in lingua italiana dell’America Latina, con oltre 34 mila volumi, e curando lungo l’anno un intenso programma di attività culturali. Oggi la Dante Alighieri di Buenos Aires continua ad essere un indispensabile punto di riferimento della cultura italiana in Argentina ed è pronta di fronte alle nuove sfide che propone la società plurilingue e multiculturale in cui viviamo, anche con la sua entusiasta partecipazione al Congresso di Buenos Aires.

LA DANTE IN ARGENTINA

Sono oltre 100 i Comitati della Dante che hanno sede in una delle più storiche mete della diaspora italiana: l’Argentina, Paese molto esteso dimensioni e distanze. L’ampio numero delle sedi Dante e la grandezza di questo territorio, hanno dunque offerto alla Dante l’occasione per avviare il progetto Cluster Argentina. Lanciato nel 2017 con i Comitati di Rosario e Ramos Mejìa, il Cluster Argentina si avvale di un gruppo di 5 collaboratori, coordinati e costantemente aggiornati dalla Sede centrale. Partecipando agli incontri formativi e culturali organizzati e promossi dal Cluster, i Comitati argentini sono i protagonisti di un passaggio fondamentale: l’evoluzione della Rete Dante da due a tre livelli di coordinamento, su temi di comunicazione, cultura e sulle attività strategiche per garantire un’alta qualità e uno standard affidabile nell’insegnamento e nella certificazione della lingua italiana in tutto il mondo.

LINGUA ITALIANA

Il PLIDA (Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri) è il settore della Società Dante Alighieri che, sotto la direzione di Silvia Giugni, si occupa di sviluppare strumenti e progetti al servizio della promozione, dell’insegnamento e della diffusione dell’italiano di qualità nel mondo: certificazione linguistica, aggiornamento e formazione dei docenti di italiano, linee-guida per la didattica e l’offerta formativa dell’italiano L2/LS.

Certificazione PLIDA:. 
La certificazione di competenza linguistica per l’italiano L2/LS PLIDA, riconosciuta a livello internazionale e dalle istituzioni italiane, affiliata a ALTE, conta 320 sedi d’esame autorizzate nel mondo (centri certificatori), e offre circa undici sessioni d’esame l’anno. 
Il PLIDA, a partire dal 2011, mettendo a frutto la propria esperienza, i progressi nel campo della ricerca internazionale sul language testing e le riflessioni nate dal confronto con le principali certificazioni linguistiche europee ha avviato una profonda revisione del processo di certificazione. La certificazione è stata rinnovata nel sillabo e nel formato ed è oggi la certificazione linguistica di italiano più aggiornata ed efficace. Progetto ADA Il PLIDA promuove le buone pratiche nell’insegnamento dell’italiano L2/LS attraverso il Progetto ADA (Attestato Unico Dante Alighieri). Il progetto si propone di indirizzare e sostenere i responsabili didattici e i docenti della rete Dante e di altre istituzioni nella definizione dell’offerta didattica, nell’individuazione di uno standard didattico e nella promozione di formazione di alta qualità. Scopo del progetto è diffondere uno standard di qualità nell’offerta formativa della rete Dante, anche attraverso l’adozione di un unico attestato di frequenza (Attestato ADA) in grado di garantire la qualità dei percorsi didattici offerti.

Il Congresso della Società Dante Alighieri è l’evento – incontro dei soci di tutto il mondo, con l’obiettivo di confrontarsi sul presente dall’associazione e di delinearne gli sviluppi per il quadriennio 2019-2022.

L’83° Congresso Internazionale della Società Dante Alighieri si terrà in Argentina dal 18 al 20 luglio 2019. È un evento che si svolge ogni quattro anni e che per la prima volta nella storia della Società si terrà in un continente extra europeo, a Buenos Aires, capitale del paese che ospita il più alto numero di comitati Dante nel mondo. Italia, Argentina, Mondo – L’italiano ci unisce sarà il titolo della manifestazione: per la Società il legame fraterno tra i paesi, alimentato per generazioni, è vitale.

Saranno chiamati a partecipare i soci della Dante di tutto il mondo che in questa occasione potranno proporre, discutere e sviluppare le linee strategiche globali da adottare nel prossimo quadriennio.

I protagonisti del mondo della cultura, giornalisti, autorità argentine e italiane, soci, studenti, insegnanti e docenti di italiano, imprese, comunità scientifica e culturale celebreranno questo importante evento che ha ottenuto negli anni il riconoscimento pieno del Presidente della Repubblica col Suo Alto Patronato.

IL CONGRESSO

A CHI È RIVOLTO

 

- Ai 122.000 soci, docenti e studenti della Società Dante Alighieri;

- Alla rete dei 482 Comitati Dante presente in 80 paesi del mondo;

- Ai tanti amici del mondo in italiano: italofili, italofoni, chi studia e chi insegna la lingua italiana, italo-discendenti attratti dall’italsimpatia
chi ama la cultura, lo stile del made in Italy, il modo di vivere all’italiana e a chi riconosce l’italiano come lingua di dialogo, di cultura e di pace;

- A tutte le imprese che promuovono le eccellenze italiane.

https://www.congressoladante.org